top of page

LA RICOSTRUZIONE per tumore alla mammella 

 

Panoramica sulla Ricostruzione del Seno

Procedure Oncoplastiche

Ricostruzione Basata su Impianti

Ricostruzione con Tessuti della Pancia

Ricostruzione con Tessuti del Dorso

Ricostruzione dell'Areola del Capezzolo

Panoramica sulla Ricostruzione del Seno

La decisione di avere o meno la ricostruzione del seno può essere un processo difficile, specialmente quando si ha a che fare con la diagnosi e il trattamento di un tumore della mammella . Alla fine la decisione è della paziente e dovrebbe essere presa in base a ciò che preferibile per te e la tua salute. Anche se tutte le donne che devono sottoporsi ad  una mastectomia, dovrebbero avere anche una possibile ricostruzione del seno , la scelta è sempre prettamente  personale e soggettiva.

La ricostruzione del seno può essere eseguita al momento della mastectomia (nota come ricostruzione primaria o immediata) o in un secondo momento (ricostruzione secondaria o differita). In caso di dubbio, puoi sempre fare la ricostruzione in un secondo momento. In termini generali, un seno può essere ricostruito usando un impianto o un tessuto del proprio corpo  (ricostruzione del tessuto autologo). A volte può essere utilizzata una combinazione delle due procedure, ma il tipo di procedura utilizzata dipenderà davvero da ciò che è meglio per il paziente e può essere discusso in dettaglio durante la visita.

Di seguito puoi trovare ulteriori informazioni sulle modalità ricostruttive del seno .

 

Ragioni e tempistica della ricostruzione del seno

La ricostruzione del seno è un'opzione e mai una parte obbligatoria del trattamento, tuttavia l'opzione di ricostruzione del seno dovrebbe essere offerta a ogni donna candidata a una mastectomia.

Se sei orientata verso la ricostruzione, è importante considerare la chirurgia aggiunta e le potenziali complicazioni che la ricostruzione potrebbe avere . I Grandi progressi  nelle tecniche di ricostruzione della mammella , consentono oggi risultati eccellenti .

La decisione su quando sottoporsi all'intervento di ricostruzione sarà guidata dalla scelta del paziente, sulla base dei consigli del nostro team. Quando i pazienti richiedono altri trattamenti, in particolare la radioterapia, potrebbe essere considerato meglio posporre la ricostruzione. La conservazione o la ricostruzione del capezzolo può essere eseguita al momento della ricostruzione o in genere successivamente.

Ricostruzione immediata

La ricostruzione viene eseguita contemporaneamente all'intervento chirurgico per il cancro al seno. Ci sono vantaggi e potenziali svantaggi nel pianificare una ricostruzione immediata. Va sempre ricordato che una ricostruzione può ancora essere eseguita sulla maggior parte dei pazienti in un secondo momento dopo che è stato completato il trattamento eventuale chemioterapico e/o radiante.

Vantaggi della ricostruzione immediata

  • Poiché può esserci contemporaneità tra il trattamento chirurgico del tumore mammario e la ricostruzione, per le pazienti questo significa che gli effetti psicologici di subire una mastectomia sono contenuti.

  • Una ricostruzione che utilizza il tessuto stesso del paziente comporterà normalmente un solo intervento.

  • Una ricostruzione immediata può comportare un risultato molto più naturale per la paziente, soprattutto se la mastectomia viene eseguita attraverso incisioni limitate e con conservazione del complesso areola-capezzolo . Ciò significa che normalmente  tutta la cute della mammella  può essere salvata e utilizzata per la ricostruzione dando un risultato cosmetico più naturale.

 

Svantaggi della ricostruzione immediata

  • Comprendere il processo chirurgico di ricostruzione del seno e decidere di sottoporsi a un trattamento immediato, che può prolungare la degenza ospedaliera, aggiungerà inevitabilmente ulteriore pressione in un momento già difficile.

  • Potrebbero verificarsi complicazioni dal tuo ulteriore intervento chirurgico in un momento in cui stai aspettando altri trattamenti come la radioterapia e la chemioterapia. Ciò non significa che il trattamento del tumore sarà significativamente , ma potrebbe implicare un ulteriore intervento di revisione  per  trattare la eventuale complicanza.

  • Qualora si rendesse necessaria radioterapia, ciò potrebbe influire sul risultato della ricostruzione. Pertanto qualora ci sia indicazione certa alla radioterapia dopo l'intervento chirurgico, potrebbe essere raccomandabile in alcuni casi differire in seguito la ricostruzione.

  • Il tasso di complicanze della ricostruzione immediata è leggermente superiore alla ricostruzione differita.

RICOSTRUZIONE DIFFERITA

Ricostruzione Differita 

Si definisce in tal modo la ricostruzione del seno quando viene eseguita dopo che sono stati completati tutti gli eventuali trattamenti del tumore mammario . Non esiste un limite di tempo o di età specifico e deve essere eseguita solo quando la paziente è pronta, sia fisicamente che psicologicamente, per un ulteriore intervento chirurgico.

Alcuni pazienti scelgono di sottoporsi ad  una ricostruzione differita , e alcuni pazienti che inizialmente non volevano avere una ricostruzione a volte decidono di sottoporsi alla ricostruzione stessa dopo un periodo di tempo variabile da caso a caso.

Vantaggi della Ricostruzione Differita 

  • Evita i possibili effetti della radioterapia su una ricostruzione immediata ( indurimento dei tessuti intorno alla protesi e deformità morfologiche ( contrattura capsulare ) che possono incidere sulla qualità della ricostruzione. Il risultato estetico della ricostruzione immediata può essere superiore alla ricostruzione differita. Tuttavia, in caso di  radioterapia susseguente ad una ricostruzione immediata, il risultato potrebbe essere meno brillante rispetto ad una ricostruzione differita .

  • Questo tipo di ricostruzione ha un tasso di complicanze leggermente inferiore rispetto alla ricostruzione immediata.

 

 

Svantaggi della Ricostruzione Differita

  • Dovrai convivere con gli effetti morfologici della mastectomia fino a quando non verrà eseguita la ricostruzione. Questo può durare  mesi o fino a un anno, a seconda del singolo caso.

  • Il risultato estetico può non essere sempre buono . Questo perché una ricostruzione immediata mantiene e utilizza la pelle della mammella che viene mantenuta  per coprire la ricostruzione con impianti , dando un risultato più naturale. Se viene eseguita una ricostruzione differita utilizzando il proprio tessuto corporeo, è necessario in genere aggiungere nuova pelle  pelle al seno , prelevata dalla schiena o dalla pancia. Questa pelle ha un aspetto leggermente diverso e le cicatrici sul seno ricostruito possono essere più estese .

  • La differenza di pelle è meno evidente nella ricostruzione differita basata su impianti protesici poiché la pelle residua della mammella viene prima mantenuta ed ampliata  con una protesi temporanea gonfiabile (proprio come in molti casi di  ricostruzione immediata).

  • Se sei stata sottoposta a radioterapia, è improbabile che ti venga proposta la ricostruzione del tipo di impianto, poiché le complicanze sono troppo elevate. Sarà probabilmente utilizzato di un po 'di tessuto dal dorso o dalla pancia per ricostituire la morfologia del seno.

RADIOTERAPIA E RICOSTRUZIONE DELLA MAMMELLA

Radioterapia e ricostruzione della mammella

La radioterapia è una componente molto importante del trattamento per alcuni pazienti con carcinoma mammario, di solito quelli a cui è stata asportata solo una parte del seno (chirurgia di conservazione del seno), poiché è stato dimostrato che riduce le possibilità di recidiva del carcinoma mammario nel tessuto ghiandolare rimanente. Ci sono elementi scientifici che dimostrano che la chirurgia di conservazione del seno seguita dalla radioterapia possono essere efficaci quanto una mastectomia.

Tuttavia, anche per alcune pazienti sottoposte a mastectomia è stato dimostrato il beneficio della radioterapia. Il suo probabile utilizzo può essere previsto in alcuni pazienti prima dell’intervento , ma spesso , se la radioterapia è necessaria , è dimostrato dopo l'esecuzione della mastectomia con l’analisi istologica completa del tessuto tumorale.

La radioterapia , può provocare cambiamenti nel colore della pelle della paziente e causare irrigidimento e perdita di elasticità  nel tessuto mammario sano. Può anche avere gli stessi effetti sui tessuti che sono stati usati per ricostruire la mammella . Se è presente un impianto in silicone, può causare un consistente aumento delle potenziali complicanze della formazione della capsula periprotesica (fermezza da tessuto cicatriziale) o infezione.

I problemi potenziali associati alla radioterapia possono pertanto condizionare le scelte riguardo alla tempistica di esecuzione di  una ricostruzione mammaria e anche sul metodo specifico da utilizzare.

  • Se la radioterapia è pianificata o è già stata eseguita, nella maggior parte dei casi si dovrebbe evitare la ricostruzione con impianti protesici.

  • Quando la radioterapia è quasi sicuramente indicata , potrebbe essere raccomandato di ritardare la ricostruzione fino al completamento di tutto il trattamento. 

  • Se la radioterapia è una eventualità al momento non certa , allora è considerabile sia optare per una  ricostruzione differita oppure procedere comunque ad una ricostruzione immediata e affrontare gli eventuali problemi connessi alla radioterapia qualora  si verifichino.

  • Va sottolineato che non tutti i pazienti sono soggetti agli effetti avversi della radioterapia. Questo può rendere difficile una scelta definitiva predeterminata e soggetta fortemente a variabili individuali .

 LE PROCEDURE DI CHIRURGIA ONCOPLASTICA

Le Procedure di Chirurgia Oncoplastica

La chirurgia del seno cosiddetta oncoplastica utilizza tecniche di chirurgia plastica per trattare il tumore della mammella . Attraverso questo processo il nostro team può rimuovere il tumore e allo stesso tempo migliorare l'aspetto dell'area mammaria interessata. Stefano Pompei ha 25 anni di esperienza in questo campo della chirurgia ricostruttiva del tumore della mammella.

 

Mammoplastica Terapeutica

Questa metodica utilizza tecniche di riduzione del seno per asportare il tumore e  contestualmente rimodellare il seno. Ciò significa che anche se viene rimossa una vasta area della mammella , la forma finale dopo l'intervento chirurgico può essere comunque molto buona, se non migliore. Per questo tipo di procedura, entrambi i seni vengono generalmente trattati per ottenere una simmetria naturale. La stessa escissione, ma senza queste tecniche ricostruttive potrebbe  lasciare un evidente difetto morfologico di contorno nel seno. Questa tecnica è adatta solo per le pazienti che possono essere trattate con metodi di conservazione del seno e quelle con sufficiente tessuto mammario residuo dopo la  escissione della zona tumorale  al fine di ricostituire adeguatamente la forma naturale della mammella . Come per la maggior parte degli interventi chirurgici di conservazione del seno, alla paziente viene generalmente indicato di sottoporsi a radioterapia dopo l'intervento chirurgico.

In termini di recupero anche orfologico , a seguito di un simile intervento di chirurgia oncoplastica ,è altamente probabile che la paziente abbia lo stesso aspetto e risultato di una riduzione del seno eseguita con finalità estetiche.

L'altro gruppo di tecniche oncoplastiche prevede l'uso di pelle e grasso dalla parte posteriore o laterale del torace per "riempire" il “gap” lasciato dalla rimozione del tumore . Questo metodo lascia alla mammella operata praticamente  le stesse dimensioni di partenza e di solito anche la stessa forma.

Inplant Based

RICOSTUZIONE DEL SENO CON MATERIALE PROTESICO 

Delayed Implant based Reconstruction.png

La Procedura

Questa forma di ricostruzione prevede il posizionamento di un impianto in parte sotto il muscolo oppure direttamente sotto la pelle della mammella . In molti casi viene  eseguito come un intervento a due fasi. Innanzitutto viene posizionato una protesi gonfiabile temporanea (espansore tessutale ) . Questo viene riempito progressivamente  con una serie di iniezioni di soluzione fisiologica  per distendere la cute mammaria a seguito della mastectomia. Un impianto permanente viene quindi inserito mediamente 3-6 mesi dopo.

Con un'adeguata selezione delle pazienti, la ricostruzione con impianto protesico può essere offerta anche come operazione a stadio singolo. .Questo tipo di intervento può richiedere l'uso di materiali speciali , sintetici o biologici , da utilizzare a copertura e supporto dell’impianto. 

Vantaggi dell'utilizzo di Impianti

  • Se eseguito come ricostruzione immediata, aggiunge solo un po 'di tempo in più all'operazione di mastectomia originale.

  • Questa tecnica evita ulteriori cicatrici sul resto del corpo.

  • Per molti pazienti l'impianto creerà una forma del seno molto piacevole e naturale.

  • La velocità di recupero per l'operazione è relativamente rapida.

Svantaggi dell'utilizzo di Impianti

  • La forma del seno può apparire meno naturale in rapporto anche alla consistenza dell'altro seno.

  • La  paziente deve sottoporsi a due interventi.

  • Possono sussistere alcuni problemi associati alla presenza di impianti protesici , inclusa la fibrosi con l’aumento di consistenza della mammella ricostruita ( la contrattura capsulare si verifica, ancorché con gradi diversi , mediamente intorno al 15% dei casi ) e un piccolo rischio di infezione con conseguente perdita dell'impianto.

  • L'impianto tende a dare meno simmetria nel corso degli anni, poiché non cambierà forma o dimensione allo stesso modo del seno normale

Smoking

Se sei una fumatrice, prova a smettere per sei settimane prima e cinque giorni dopo l'intervento chirurgico in quanto può ridurre le possibilità di complicanze.

Recupero Chirurgico e Risultato Finale

  • La durata della degenza in ospedale è di solito 2-3 giorni per entrambe le operazioni (che verranno eseguite a distanza di 4-6 mesi).

  • La durata dell'intervento ricostruttivo è di solito tra 1-2 ore dopo il completamento della mastectomia.

  • Tempi di recupero: le pazienti dovrebbero essere in grado di camminare 1-2 giorni dopo l’intervento e camminare normalmente senza alcun disagio dopo una settimana.

  • Attività fisica: le pazienti dovrebbero essere in grado di riavviare l'esercizio moderato dopo 4 settimane di recupero evitando preferibilmente esercizi per il torace / le braccia.

  • Guida: le pazienti devono evitare di guidare almeno fino alla rimozione dei drenaggi .

  • Medicazioni: le pazienti dovranno indossare l’apposito reggiseno sportivo elastico per almeno 1 mese mentre le medicazioni sul seno permangono mediamente per 2-3 settimane.

  • Esiste circa il 3-8% di rischio di una raccolta di siero a livello del seno ricostruito e qualora si evidenziassero segni di infezione questa dovrebbe essere trattata immediatamente.

Autologous

 RICOSTRUZIONE DEL SENO USANDO IL TESSUTO AUTOLOGO ADDOMINALE

La Procedura

L'uso della pelle e del grasso della pancia è una delle procedure di maggior successo per ricostruire la mammella.

Ciò comporta la rimozione della pelle e del grasso dalla parte inferiore della pancia (gli stessi tessuti che vengono rimossi  durante un'operazione di addominoplastica) che viene in questo caso utilizzata per ricostruire il seno. La pelle e il grasso della pancia sono i più simili per aspetto e consistenza ad un seno normale .  Soprattutto questo tipo di ricostruzione con "tessuto corporeo" durerà stabilmente per tutta la vita. Questo viene eseguito ricollegando questo tessuto della pancia al seno attraverso la microchirurgia. Se questo intervento viene eseguito  come ricostruzione immediata contemporaneamente alla mastectomia, la pelle del seno viene solitamente mantenuta e il tessuto della pancia viene utilizzato per dare forma e volume al seno . Tuttavia, se questa tipologia di intervento viene eseguita in un secondo momento (ricostruzione differita), la pelle della pancia viene utilizzata anche come la nuova pelle del seno. . Eseguito da un team di esperti questa metodica  è  diventata affidabile consentendo anche un rapido recupero della paziente e una degenza ospedaliera più breve.

I vasi sanguigni  che vengono ricollegati nella zona del seno con microchirurgia servono per mantenere vitali i tessuti (pelle e grasso ) trasferiti dalla pancia. Quando tutto il muscolo addominale viene lasciato intatto , il lembo viene definito DIEP (lembo dell'arteria gastrica inferiore profonda). Tuttavia, in alcuni casi il muscolo attorno a questi vasi sanguigni deve essere rimosso anche parzialmente. Questo intervento si definisce  quindi come un lembo TRAM (lembo trasverso del muscolo del retto dell'addome).

Autologous _ Tram flap breast recon.png

Vantaggi della Ricostruzione con Tessuto Addominale 

  • L'uso del tessuto del paziente (pelle e grasso) per ricostruire il seno , garantisce normalmente una somiglianza molto vicina al  seno normale . Ciò è in relazione sia all’aspetto morfologico che alla naturale morbidezza e consistenza del tessuto addominale trasferito. 

  • Il nuovo seno "cadrà" naturalmente come un normale tessuto mammario e pertanto dovrebbe raggiungere la stessa forma dell'altro seno.

  • Generalmente i risultati di questo tipo di ricostruzione migliorano ulteriormente nel tempo man mano che il seno cambia di dimensioni e forma.

  • Questo tipo di ricostruzione è considerato in tutto il mondo come uno dei più riusciti e stabili nel corso degli anni nel 95% dei pazienti.

  • La pancia del paziente avrà un aspetto più piatto dopo l'intervento chirurgico con una cicatrice residua simile ad una addominoplastica estetica.

 

Vantaggi della Ricostruzione con Tessuto Addominale 

  • Anche se più rapido attualmente come intervento ,  la sua esecuzione di 4-6 ore è comunque da considerare un intervento maggiore , con un periodo di recupero graduale di 2-3 mesi.

  • L'operazione ha un tasso di insuccesso del 3-5%, ma ciò dipende da fattori di rischio tra cui obesità, fumo, precedenti procedure chirurgiche, altre patologie concomitanti e se è stata utilizzata in precedenza la radioterapia.

  • Una cicatrice trasversale residuerà sulla pancia da dove la pelle e il tessuto sono stati prelevati .

  • Sussiste con questi interventi un rischio leggermente maggiore di complicazioni generali come polmonite e trombosi .

  • alcune pazienti potranno lamentare perdita della sensibilità cutanea  sulla pelle dell’addome  inferiore.

Recupero Postoperatorio e Risultato Finale

  • Durata del ricovero in ospedale - di solito 5-7 giorni.

  • Durata dell'intervento chirurgico - mediamente  tra 4-6 ore.

  • Tempo per riprendere a camminare - le pazienti dovrebbero essere in grado di camminare dopo 3-4 giorni di recupero, quindi camminare senza disagio dopo 10-14 giorni.

  • Le pazienti dovrebbero essere in grado di tornare al lavoro entro 4-6 settimane.

  • Medicazioni: le pazienti avranno medicazioni sul seno e sulla pancia per almeno 2 settimane.

  • Reggiseni e abbigliamento . E’ fondamentale per le  pazienti  indossare un apposito indumento elastico per l’addome per 4-6 settimane.

  • Può sussistere circa il 6% di rischio di problemi a livello della sede addominale di prelievo del tessuto : dolore, rigonfiamento della pancia, infezione della ferita , raccolta di siero , deiscenza della ferita e possibilità dello sviluppo di un'ernia.

  • Esiste una probabilità del 5% di riscontrare problemi  connessi alla  ricostruzione della mammella - formazione di noduli fibrosi nel tessuto, parziale riassorbimento del grasso trasferito dalla pancia , insuccesso parziale o totale della ricostruzione.

  • Sussistono limitate problematiche a lungo termine associate a questo tipo di chirurgia tra cui una minore consistenza della parete addominale rispetto a prima dell'intervento.

UTILIZZANDO IL TESSUTO DEL DORSO

Utilizzazione dei Tessuti del Dorso                                 

 Questo metodo affidabile può offrire risultati eccellenti per la forma del seno nella ricostruzione sia immediata che differita. Normalmente viene proposto quando è richiesta una copertura aggiuntiva della cute e/o dei muscoli.

 

Lembo di Latissimus Dorsi

Questo è il metodo più comune in cui i muscoli e la pelle della schiena sono utilizzati  per ricostituire il seno. Un impianto definitivo o un espansore tissutale viene quindi posizionato dietro il muscolo per ottenere il volume.

Vantaggi

  • Questa è un tipo molto affidabile di intervento che comporta solo un rischio molto basso di fallimento della ricostruzione. L’intervento può essere eseguito anche nei casi in cui stato necessario in precedenza  il trattamento radioterapico.

  • Nel suo complesso, questa è una delle forme più utilizzata di ricostruzione ed è considerata da molti specialisti come la procedura standard da utilizzare quando si opta per la ricostruzione mammaria.

Svantaggi

  • Questo è un’intervento comunque importante che richiederà fino 4-6 giorni in media  di degenza in ospedale e poi fino a 2 mesi di recupero. La cicatrice è posizionata sulla superficie laterale del dorso della paziente. Esiste un rischio ancorché contenuto di infezione che si attesta intorno al 2-3%  . Esiste anche la possibilità di raccolta di siero nella parte posteriore (sieroma) . Come per qualsiasi procedura che coinvolge gli impianti, esistono alcuni rischi associati al loro utilizzo. 

LEMBO "MINI" LATISSIMUS DORSI

Lembo “Mini” Latissimus Dorsi

Questo metodo viene utilizzato quando è stata rimossa solo una parte limitata del seno (come con un intervento chirurgico di conservazione del seno) e quindi una parte del muscolo con o senza pelle viene mobilizzata dalla schiena e posizionata a livello della mammella per colmare la mancanza di tessuto . Questa procedura non viene normalmente utilizzata nei casi di  una mastectomia completa.

Vantaggi

Con Questo metodo si può ottenere  un'eccellente forma del seno e può essere utilizzato sia nella ricostruzione immediata che in quella ritardata. L'operazione è altamente affidabile. Poiché gran parte del seno originale rimane intatto, la sensibilità è in gran parte preservata.

Svantaggi

È importante considerare che se una mastectomia completa fosse poi necessaria in futuro, i muscoli e la cute del dorso  non potrebbero quindi essere utilizzati in un secondo momento.

 

Tempi di Recupero e Risultato Finale

  • La durata della degenza in ospedale - di solito 4-6 giorni.

  • Lunghezza dell'intervento chirurgico - di solito tra 3-4 ore.

  • Tempo di camminare - i pazienti dovrebbero essere in grado di camminare dopo 2-3 giorni e camminare senza alcun disagio dopo 10 giorni.

  • Tempo di esercitare - i pazienti dovrebbero essere in grado di esercitare dopo 6 settimane di recupero.

  • Medicazioni: i pazienti indosseranno medicazioni sul petto e sulla schiena per 2 settimane.

  • Reggiseni e abbigliamento: si consiglia ai pazienti di indossare un indumento a pressione per 4 settimane.

  • Esiste circa il 5% di rischio di problemi con la schiena: rigidità della spalla, raccolta di liquidi e possibilmente infezione intorno all'impianto dopo un intervento chirurgico.

  • Esiste un rischio moderato di avere problemi a lungo termine: fermezza dell'impianto e scarsa simmetria rispetto all'altro seno.

RICOSTRUZIONE DELL'AREOLA DEL CAPEZZOLO

La Procedura

La ricostruzione del complesso areola/capezzolo è una procedura  con buoni risultati estetici.

La ricostruzione del capezzolo può spesso “completare” una ricostruzione del seno. È un'operazione relativamente minore eseguita in anestesia locale. Tuttavia, non essendo essenziale e alcuni pazienti scelgono di non effettuarla - infatti come peraltro per tutti gli aspetti della ricostruzione del seno, la decisione spetta alla paziente.

La ricostruzione del capezzolo viene eseguita più comunemente alcuni mesi dopo il completamento della ricostruzione. L'opzione migliore dipenderà dal singolo caso . Esistono due modi comunemente utilizzati  per eseguire l'intervento chirurgico. I vantaggi dell'intervento chirurgico sono che non è necessaria l'anestesia generale e può comunemente essere eseguito in regime di Day Hospital . Il capezzolo può diminuire di volume e proiezione  nei primi 6-9 mesi e quindi usualmente si tende ad utilizzare un maggior apporto di tessuto e volume.

Ricostruzione del Capezzolo con Lembo Locale  

Normalmente il metodo preferito è ricostruire il capezzolo usando piccoli lembi

 di pelle del seno ricostruito che sono "avvolti" attorno a se stessi per formare un capezzolo.

Ricostruzione dal Capezzolo Controlaterale 

Questo intervento utilizza metà del capezzolo dal seno opposto che viene poi innestato sul seno ricostruito (in maniera simile ad un innesto cutaneo).

Con entrambe le tecniche l’areola (“disco” di cute più pigmentata  attorno al capezzolo) viene quindi creata con un tatuaggio circa 8-12 settimane dopo l'intervento chirurgico. Il tatuaggio è eseguito usando pigmenti per abbinare meglio il colore del capezzolo opposto. I pazienti devono essere consapevoli che potrebbe essere necessario ripetere il tatuaggio in più fasi.

 

Recupero Postoperatorio e Risultato Finale

  • Intervento eseguibile in regime di Day Hospital .

  • Durata dell'intervento chirurgico - di solito 30-45 minuti.

  • La paziente sarà in grado di camminare subito dopo l'intervento chirurgico.

  • Le pazienti dovrebbero essere in grado di effettuare esercizi fisici più sostenuti dopo 2-3 settimane.

  • Medicazioni: le medicazioni sul capezzolo e sul seno non superano mediamente le per 2 settimane.

  • Esiste una bassa probabilità ( 2% ) di osservare un fallimento nella ricostruzione parziale o totale del capezzolo.

bottom of page